Privacy Policy

  

giovane Stenella tratta in salvo a Saline Ioniche (RC)

Storia

 

Il giovane esemplare nuotava pericolosamente in prossimità della costa tra Melito e Saline. I bagnanti hanno prontamente contattato la Capitaneria di Porto nella persona del comandante della Delegazione di Spiaggia Francesco Pirrello. E’ stata così attivata la Rete Regionale Spiaggiamenti: l’avviso è stato diramato alle referenti del Centro Studi Cetacei Onlus per la regione Calabria le biologhe Stefania Giglio e Elena Madeo e al veterinario dell’ASP Massimo Gurnari. Sul posto è intervenuta la squadra del CSC (oltre alle biologhe referenti di zona, Emily Fulgido e Antonella Giglio), Tania Il Grande del CRTM di Brancaleone e il biologo Fausto Plutino.

Le complesse operazioni di recupero si sono concluse, dopo diverse ore, con la stabilizzazione dell’animale nel porto di Saline, dove lo stesso ha ricevuto i primi trattamenti. Al termine di questi ultimi la giovane Stenella mostrava segni incoraggianti e pertanto si è provveduto a rilasciarla a circa 3 miglia dalla costa in un tratto di mare noto per essere frequentato dai cetacei.

L’assenza di notizie di spiaggiamento di esemplari dalle caratteristiche sovrapponibili a quelle del piccolo delfino ci conferma che, a distanza di diverse settimane, l’operazione ha avuto successo.

Anche in questa occasione il protocollo d’intervento e la Rete Regionale Calabrese hanno dato esempio di professionalità e prontezza.

Un ringraziamento a tutti gli attori intervenuti: Enti, Associazioni e professionisti hanno trasformato l’emergenza in un successo.

 

 

stenella12

Delicate fasi di recupero della giovane Stenella

 

Foto

 

stenella2

 

stenella5

 

stenella6

 

stenella7

 

 

stenella11

 

stenella4

 

stenella8

 

stenella9

 

stenella10

Video

 In fase di redazione